Cagli: Chiesa di San Bartolomeo

La chiesa di San Bartolomeo a Cagli, eretta intorno al 1380, venne concessa dai frati del vicino convento di Sant’Agostino (convento che diventerà poi Seminario Vescovile), alla Confraternita di San Bartolomeo. 
E’ intorno al 1580 che la stessa confraternita mise mano all’opera di ristrutturazione quasi totale della chiesa, prima intervenendo nella porta, poi nel campanile, poi alzandola e infine allungandola.

Il fronte principale della chiesa è coronato da un cornicione a cassettoni, sostenuto da mensole sagomate, che corre anche sugli altri tre lati della chiesa. 
Il tetto è a campana e sul suo colmo una croce poggia su di un capitello medioevale rovesciato.

Il portale centinato presenta un’ampia cornice lapidea con un portone a bugne, attraverso cui si accede alla chiesa costituita da un’ala unica sormontata da un prezioso soffitto a cassettoni su cui è impostato un interessante altare maggiore. 
L’apparato ligneo laterale è composto da quattro parti e venne commissionato nel 1672 al cagliese Bonifacio Tornari, il quale mantenne inalterati i rapporti cromatici sia dell’altare maggiore che del soffitto. 
Quindi, lungo la navata sia a destra che a sinistra, possiamo osservare quatto dipinti donati da Antonia Gucci nel 1669 e realizzati dal vicentino Pasqualino Rossi affiancati da otto nicchie con le statue degli apostoli e, per finire, due altari. 
La tela destra raffigura San Bartolomeo risana la figlia di Polimno cui fanno seguito in senso antiorario, San Bartolomeo converte Polimno, il Battesimo di Polimno, il Martirio di San Bartolomeo
Le statue di San PietroSan Giacomo minoreSan PaoloSant’Andrea e San Filippo vennero eseguite nel 1690 dallo scultore tedesco Francesco Enghiarez, mentre San Matteo e San Tommaso furono eseguite da mastro Pietro Ubaldelli nel 1722. Di una certa qualità appare la statua di San Giacomo maggiore, presumibilmente scolpita da un artista romano e databile alla prima metà del Settecento. 
Nell’altare laterale sinistro è stato collocato un Crocifisso di legno a grandezza naturale donato dalla confraternita nel 1621. 
L’altare laterale destro fu eretto nel 1633 da Giovanni Antonio Salucci e ospita la tela seicentesca di un allievo del Barocci raffigurante L’Annunciazione.

Cagli: chiesa San Bartolomeo